Eventi & Attualità

Qui trovi tutti gli eventi che ti consigliamo oltre ai comunicati stampa e agli articoli apparsi sui media.

 

Ul Tesin che ma pias? (ticinonews – 27.03.23)

di Carlo Ammann, candidato HelvEthica Ticino al Consiglio di Stato

Pensavo ai personaggi storici così improbabili come Mussolini, Hitler, Ceausescu, Stalin, Mao, Pol Pot, Idi Amin Dada ecc. relegandoli ad un grottesco e triste passato che non si ripeterà mai più in questa era moderna dell’informazione e del progresso, almeno così credevo, ed invece eccomi totalmente smentito nel bel mezzo dei miei felici 74 anni, nell’ultimo spezzone di questa mia bella vita.
Stessi personaggi, stesse metodologie, bugie di ogni genere, fake news e disinformazione di stato a gogò, manipolazione delle masse, esattamente come allora ogni dettaglio si ripete con feroce crudeltà e disprezzo della dignità e della vita umana, le stesse cose che avvenivano nell’Impero Romano e greco millenni fa, rieccole camuffate e con la parvenza che nulla stia accadendo.
Il totale sconvolgimento del pensiero logico e del senso di giustizia travolge miliardi di esseri umani che in buona fede danno fiducia alle informazioni di stato e mediatiche poiché ritengono che le informazioni siano pur sempre frutto di giornalismo investigativo, ma ignare del fatto che l’informazione invece, già manipolata a monte, circola senza venire investigata, col metodo copia incolla, senza saperlo si ritrovano disinformate e manipolate come le masse analfabete di millenni di anni fa dove la dilagante ignoranza regnava sovrana. Sì, tutto questo sta avvenendo adesso qui ed ora nella mia vita, con lo spettro di una lacerante guerra nucleare caldeggiata da improponibili personaggi!
Mi ritrovo nel bel mezzo di uno scenario da globalizzazione del potere che mi scuote fortemente e mi dà la forza di sognare un mondo nuovo dove le antiche verità sostengono nuovi progetti di vita.
Andarmene da qui senza avere contribuito a questa transizione, a questa riconquista del buon senso e alla rispettosa capacità di vivere la meraviglia del divino che muove da sempre ogni cosa, beh non è da me. Con HelvEthica Ticino questa fiamma divina che mi unisce a tante altre fiamme che ardono sempre più con una gran voglia di miglioramento e cambiamento, può ardere e insieme non siamo più voci nel deserto che gridano al vento, ma da amici parliamo ai cuori ardenti di tanta gente per bene che sa cosa si può e bisogna fare per vivere felici e in libertà.
Noi candidati di HelvEthica Ticino abbiamo la forza e la voglia di proporre le corretture che riteniamo necessarie, di lanciare nuovi progetti e sostenere quanto di buono è già stato iniziato.
Intendiamo incentivare la salute, rendere allettanti le prospettive di vita per i giovani sostenendone i diritti alla vita libera e priva di umilianti catene di controlli digitali. Siamo per un progresso utile e necessario che sia al passo coi tempi e le risorse disponibili. Intendiamo ridurre l’inquinamento ambientale a tutti i livelli, gli sprechi finanziari e quelli di risorse prime ed energia. Intendiamo incentivare l’agricoltura di qualità e sostenere quei progetti virtuosi già funzionanti sul territorio generando così nuova prosperità e lavoro nel Canton Ticino e a corto termine raggiungere un’indipendenza dalle importazioni agricole. 
Vogliamo circolare il più possibile con mezzi pubblici gratuiti, cosa fattibile visto che sono già finanziati quasi all’80%. Il denaro contante deve categoricamente rimanere un pilastro sociale di scambio.
Siamo per l’assoluto rispetto dei diritti costituzionali dell’integrità dell’essere umano, del suo corpo e spirito. L’Organizzazione Mondiale della Salute OMS è un ente in mano a oligarchi privati e della farmaceutica e usa 210 milioni di $ l’anno per i propri viaggi e tipo 23 milioni di $ per occuparsi di malattie e noi di HelvEthica Ticino in nessun modo permetteremo che questo ente oramai in mano ad incompetenti, detti legge sanitaria e medica nel nostro paese in caso di una qualsiasi emergenza. La nostra neutralità internazionale è sacra e come tale va rispettata. Noi siamo per la pace e proponiamo trattative e non materiale bellico. Dobbiamo tornare ai dibattiti pubblici liberi.

Vota LISTA 8

Torna in alto