Eventi & Attualità

Qui trovi tutti gli eventi che ti consigliamo oltre ai comunicati stampa e agli articoli apparsi sui media.

 

Tredicesima AVS? È un chiaro sì

Perché votare SÌ alla 13esima mensilità dell’AVS?

Molti fra i baby boomer beneficiano solo del primo pilastro, l’AVS, poiché la LPP è entrata in vigore appena nel 1985. È solo a partire da quell’anno che quasi tutte le persone che esercitano un’attività lucrativa sono tenute a versare contributi anche alla LPP (secondo pilastro).

Non mi dilungo a commentare ciò che è già stato detto da altri, ma vorrei far capire il mio punto di vista. Ciò che non si spiega è, ad esempio: con un aumento dell’IVA dello 0,4%, chi percepisce uno stipendio, a cui si aggiungono il contributo del datore di lavoro e ogni bene o servizio acquistato, sia esso da parte di un privato o di un’azienda, quanti miliardi entrano nel fondo dell’AVS?

Se consideriamo una popolazione di 7 milioni, per ogni persona che spende CHF 100.- a settimana, lo 0,4 per cento corrisponde a 40 centesimi, ovvero CHF 1.60 al mese e CHF 19.20 all’anno; moltiplicando questa cifra per 7 milioni risultano CHF 134’000’000 all’anno che confluiscono nelle casse dell’AVS. In questo calcolo, non si è ancora tenuto conto delle aziende, del turismo o dei frontalieri che fanno acquisti in Svizzera. Dunque, a mio avviso i soldi ci sono!

La 13esima AVS conferisce dignità e un po’ di respiro a molti anziani che non hanno potuto usufruire dell’opportunità del secondo pilastro. I soldi escono da un lato e rientrano dall’altro. Lascio a voi fare i calcoli anche per quanto riguarda i contributi delle aziende.

Corrado Amato, membro del comitato HelvEthica Ticino

tio.ch – CORRADO AMATOTredicesima AVS? È un chiaro sì! (28.02.24)
ticinonews.ch – Perché votare “sì” alla 13esima mensilità dell’AVS? (28.02.24)

Torna in alto